tad

tad e’uno studio creativo che opera in forma multidisciplinare nei campi dell’architettura ludica, del design, della scenografia, della performing art. E ancora,  del video, del web 2.0 e della new media art; del teatro, del cinema, della televisione, con un nuovo approccio al processo progettuale, utilizzando strumenti software da adattare ai processi creativi e generativi, e strumenti hardware per realizzare spazi aumentati dalle nuove tecnologie immersive ed in situazioni di interazione avanzata con l’implementazione di sistemi intelligenti, che incrementano la modalità percettiva e l’esperienza vissuta nello spazio.

     La ricerca sulla sinestesia delle arti sceniche, il teatro dei luoghi, l’architettura come scena, il corpo esteso, la scenografia come costruzione di un ambiente: dal teatro al digitale, indagando le teorie dell’interattività come nuovo paradigma spaziale, con attività interdisciplinari di teatro, performnaces in luoghi altri, allestimenti di eventi artistici e culturali, eventi ludico-partecipativi anche urbani alla ricerca del genius loci di un territorio; interaction design e ambienti immersivi per ricostruire e diffondere la memoria dei musei, dei manufatti archeologici e storici.

tad nasce a Roma nel 2000 ed opera come studio di architettura, atelier di design e di scenografia, laboratorio di idee creative.
Alla direzione artistica e  creativa di Tiziana Amicuzi [architetto designer scenografa artdirector] si affianca la consulenza progettuale ed esecutiva di professionisti nel settore dell’architettura, della scenografia, dell’artigianato, del cinema, del teatro.

529367_10202479151245083_1609764575_n___TizianaAmicuzi ______________________

        Architetto di formazione  (Sapienza, Facoltà di Architettura), e’ Scenografa e Regista Digitale (Sapienza, Facoltà di Lettere e Filosofia Dip.Arti e Scienze dello spettacolo), esperta di nuove tecnologie digitali per la scena live (Masterclass in Motion Capture, Uniroma4, Facoltà di Scienze Motorie), video artist e newmedia designer (Corso di Alta formazione in Postproduzione audiovisiva Sapienza, Universita’ di Roma).

     E’ Docente (IED-Istituto Europeo di Design) nel corso di Estetica dei NewMedia e Progettazione Multimediale Area Cinema&NewMedia di Roma, nel corso di Metodologie per l’Area Multimediale e di Product Design di Cagliari.

         E’ cofounder e Manager Director di citymakersGT, produrre la citta’ e’ un gioco! laboratorio di ricerca su progetti ludicopartecipativi, interattivi e di marketing territoriale.
Dopo un percorso di studi e di sperimentazione nel campo dell’architettura per la scena, del teatro elettronico, delle nuove tecnologie digitali per la scena live, dei new media per nuovi format ludicopartecipativi e comunicativi tra il web e il territorio, approfondisce i temi della cross e transmedialita’, il sound branding, il gaming design, il digital storytelling per rilanciare la narrazione del bene culturale.

____professione____

    Operando in forma multidisciplinare, dà vita a realizzazioni e allestimenti di scenografie per spazi teatrali e cinematografici, produzioni di visual, video, interaction e mediadesign, curando progetti di allestimenti di ambienti immersivi e interattivi anche in ambito museale e urbano, videocreazioni per la scena, progetti cross e transmediali. E ancora progetti di interior, exhibit e product design.

         Il 15 luglio sarà in scena con Silent (movie) Ghost, uno spettacolo multimediale tra cinema muto e danza contemporanea, curando la scenografia e le interazioni digitali in scena.

      Dal 10 al 27 giugno 2016 è in mostra alla Casa dell’Architettura di Roma con la card interattiva PaesaggiTemporanei, architetture e paesaggi effimeri per raccontare la memoria del territorio  attraverso il teaser trailer La strada temporanea.

     Nel 2016 con Andrea Carletti di Humus Sapiens lancia il progetto C.I.T.T.A. con un’attenzione particolare ai temi della sostenibilita’, delle energie rinnovabili, la bioarchitettura e l’ecodesign.

         Nel 2015 con il progetto Oltre il muro inizia un percorso di sperimentazione sui giardini temporanei esplorandone tutte le sfaccettature: dal giardino fisico (inteso come luogo e contesto) fino alla creazione di una serie di esperienze emotive, sensoriali e intellettuali che coinvolgono il visitatore  e lo rendono parte attiva dell’opera.

        Tra i lavori degli ultimi anni ricordiamo: la collezione in ecomoda per ECOuture 2016; l’installazione verde Il filo della memoria 2015; il videoracconto La strada temporanea 2015; le scenografie e video in scena: Una storia, regia Antonio Melissa 2015; Silent(movie)Ghost, regia e musiche Mino Freda 2014; I baci rubati, videoclip Perturbazione feat Luca Carboni, regia Lorenzo Vignolo, 2014

l’installazione  ludicopartecipativa con multimedia La creativita’racconta i diritti  di FIADDAonlus Aranciera in San Sisto, Roma 2014; Operaincorso#2: Donne allo specchio, regia Maria Luisa Bigai, Teatro Biblioteca Quarticciolo, Roma 2014; l’installazione interattiva e ludicopartecipativa Visibile agli occhi, finalista al Festival Internazionale VetrineLetterarie, Giardini Naxos, 2013; la progettazione e la produzione dei prodotti della linea Playt@ctil for kids, tra cui Playsplash e T@ctilbook, 2012; la progettazione e l’allestimento della ludoteca Playgramul a Roma, 2012; il metaprogetto di Touch, il tetto da giocare, spazio ludico nomade presentato nell’exhibit PalindRome, presso la Sala Gonzaga del Comune di Roma, 2012; i qrcode tattili, oggetti gioco aumentati realizzati per l’urbanGame promozionale del video Sono Incinta della ERREFFE Produzioni musicali; le scenografie urbane interattive Alice, tra favola e realtà per l’evento Unicef, Rieti città amica dei bambini; la progettazione e realizzazione del food experience tra memorie del luogo e antichi sapori nel Ghetto di Roma per Roma Capitale, 2013; la progettazione e l’allestimento dei percorsi aumentati AirAttack per il Museo dell’Aereonautica di Bracciano, 2013 e Verso il museo Mercati Traianei, Roma, 2012; la scenografia per lo spettacolo Voci di DesdemonaPrima Nazionale al Teatro Italia, Cosenza, 2012; le videocreazioni in scena per lo spettacolo lo Schiaccianoci del Balletto di Roma in tournèe nazionale dal 2006 nei più importanti teatri italiani; le installazioni multimediali Interferenze#2: il video si guarda in poltrona! al Mash up Festival Acquario Romano-Ordine Architetti Roma, 2012; lo spazio scenico e le creazioni video in scena de L’ultima madre, regia Giovanni Greco, 2012-2014; gli allestimenti delle mostre e i video: Public design: visuals alla Biennale del Design di Roma, 2005; Segni percorsi urban center, Roma, 2009; l’allestimento della mostra e ambiente virtuale Sguardi da dentro Personale di Giovanni Caccamo, Lac, Roma, 2008; WAM – Web Art Mouseum, Roma 2006; la regia e la messa in scena della performance di teatro dei luoghi Euridice (in collaborazione con l’Università Europea di Madrid), Roma, 2008; il percorso installativo interattivo con virtual room, visual mapping e live set Livecity: il viaggio per il Festival Culture Giovani, Salerno, 2008.

        Nel 2012 al Fuorisalone di Milano cura la regia digitale, il PerformingMedia e l’InteractionDesigner della performance di danza interattiva Nonimportadove, coproduzione AIEP e Urbanexperience.

         Numerose le partecipazioni a mostre ed esposizioni, nazionali e internazionali: nel 2012 è presente al Padiglione Italia della 13.Biennale di Architettura di Venezia con il progetto ‘cardcode per GTbox’cartoline interattive che raccontano il viaggio in rete del gruppo Gran Touristas, in esposizione a dicembre 2012 anche al Museo Macro e alla Casa delle Letterature di Roma.

            Conta collaborazioni con registi, coreografi e artisti di fama nazionale e internazionale; teatri, musei e fondazioni nazionali e internazionali. Dal 2014 per lo IED, coordinatore Max Giovagnoli, relatori Lorenzo Vignolo, Filippo Manni, Pasquale Di Viccaro, nella fase di ricerca segue gli studenti per le campagne transmediali dei film: Sin City di Lucky Red Production, regia  Frank Miller e Robert Rodiguez; Monitor regia Alessio Lauria; la webserie per il progetto Fabbrica del Teatro dell’Opera di Roma;

           Nel 2014 riceve la menzione speciale per l’innovativita’ e l’interattivita’ del progetto di interaction design per la promozione turisticoculturale dei territori Skinmodel, la seconda pelle per Donne&Artigianato di AbruzzoSviluppo.

         Autrice dal 1995 di audiovisivi analogici e digitali nel 1996 riceve una menzione speciale al festival Expoo Cartoon con il video animato Eclipse; nel 2006 co-firma il video di scena dello spettacolo di successo Lo Schiaccianoci del Balletto di Roma in tournèe nazionale dal 2006 e nel 2007 per le XII MAccabiadi di Roma cofirma il video di scena per la performance di danza Omnia Vincit Amor, coreografie Mario Piazza.

____didattica____

           E’ Docente di Estetica dei new media e Progettazione multimediale Area Cinema&NewMedia, IED-Istituto Europeo di Design di Roma. E’ stata Docente di Scenografia e Arti Digitali per un teatro elettronico alla Facoltà di Architettura Valle Giulia e Membro del comitato scientifico e Docente nel Master di Scenografia/UrbanaTeatraleDigitale per la Sapienza Università di Roma; è stata Docente di Skenè/scuola di specializzazione in Scenografia per i musei e le aree archeologiche, Accademia Adrianea Scuola di MuseografiaArchitetturaArcheologia di Roma.

____ricerca____

           Fondatrice di l@birinti(con)temporanei, un laboratorio didattico permanente di ricerca e sperimentazione in Arte E Scienza dello Spazio con attività interdisciplinari e produzioni di spettacoli teatrali, allestimenti di eventi artistici e culturali, mostre, convegni e workshop tematici, dal 2012 è co-Founder&Creative Director di citymakersGT, un progetto di produzione della città attraverso il gioco e l’attivazione di dispositivi di interazione per sperimentare una realtà urbana ampliata al web, attraverso l’organizzazione di attività ludico-partecipative (urbanGames, lettureAumentate, installazioniMobili, museiTattili); di prodotti digitali e interaction design; attività di ricerca sulla creatività sociale delle reti e il social networking; workshop e laboratori di l’alfabetizzazione digitale.

           E’ stata membro di ALTROEQUIPE, gruppo di ricerca internazionale nell’ambito performativo fondata sull’interazione tra l’architettura, la danza e le nuove tecnologie digitali, collaborando alla produzione di spettacoli multimediali, pubblicati su importanti riviste di architettura, arte e new media. Nel 2006 è al Monaco Dance Forum per la presentazione della ricerca.

            Nel 2010 con Carlo Infante, fonda Urbanexperience un ambito di ricerca per giocare le citta’ tra il web e territorio, firmando i progetti e le regie di diversi percorsi ludicoesplorativi e partecipativi, le regie video e gli interaction design, le attivita’ di social networking e di formazione negli experience Lab. Nel 2012 con Carlo Infante cura il progetto Eduskill, i nuovi modelli educativi per il forum Ideatre60 di Accenture Milano.

           Dal 2010 collabora come Performer con il regista Riccardo Caporossi al progetto “Generazioni” per la messa in scena di Ineffabile, spettacolo teatrale in prima nazionale al Teatro Valle di Roma dal 26 al 31 ottobre 2010; dal 5 al 7 novembre 2010 al Teatro La Pergola di Firenze. E’ in scena di nuovo al Teatro Valle di Roma nel dicembre 2011 con “Cul de sac” regia Riccardo Caporossi (premio Ubu 2011).

 

Annunci